Home » MASTOPLASTICA ADDITIVA

MASTOPLASTICA ADDITIVA

MASTOPLASTICA ADDITIVA

Un seno non sviluppato oppure poco sviluppato o leggermente cadente può acquistare un aspetto piacevole solo con un intervento chirurgico: la Mastoplastica additiva.
Tale intervento consiste nell’inserimento in regione mammaria (sopra o sotto il muscolo pettorale) di apposita protesi.
La via d'accesso e la conseguente cicatrice possono essere sottomammarie, periareolare o ascellari.
Il tipo di anestesia, i tempi di degenza, la frequenza di medicazioni, l’epoca della rimozione di punti dipendono dal singolo caso clinico e dalla tecnica impiegata. 

 INTERVENTO   CHIRURGICO 

Accesso periareolare E' un accesso particolarmente consigliabile per l'introduzione di impianti tondi riempiti con gel di silicone non coesivo poichè permette l'introduzione di protesi di volumi importanti attraverso una piccola incisione.

Posizione protesi sottonghiandolari.

  In particolare so che: 

  • All’intervento residueranno inevitabilmente delle cicatrici anche se molto ridotte e facilmente occultabili, anche se la qualità delle cicatrici è indipendente dalla tecnica chirurgica ma legata alla reattività individuale. 
  • Nel periodo post-operatorio potrà essere avvertito in regione pettorale dolore, che regredirà nel giro di pochi giorni. 
  • Potrebbero evidenziarsi delle ecchimosi, destinate però a scomparire in alcune settimane. 
  • La sensibilità della pelle ed in particolare delle areole e dei capezzoli potrà rimanere alterata per un periodo variabile, eccezionalmente in forma duratura. 
  • L’intervento di Mastoplastica Additiva non impedisce la funzione dell’allattamento, che può però alterare il risultato, soprattutto in presenza di una ghiandola già ptosica. 
  • Dal punto di vista oncologico la protesi è assolutamente innocua e non preclude con la sua presenza alcun accertamento (mammografia, ecografia ecc.). 
  • In una percentuale modesta le protesi vanno incontro ad un indurimento, dovuto ad una reazione dell’organismo nei confronti del materiale estraneo. 
  • Si possono verificare, anche se raramente raccolte, ematiche e sierose o infezioni che possono configurare un prolungamento del trattamento post-operatorio ed eccezionalmente la rimozione delle protesi. 

 - Chirurgia Plastica Estetica

 - Chirurgia Plastica Estetica

 - Chirurgia Plastica Estetica

 - Chirurgia Plastica Estetica

Link consigliati :

Link consigliati : - Chirurgia Plastica Estetica

Dove siamo. ( mappa ) STUDIO- Via Duca della Verdura 58 - Palermo

Chirurgia Plastica Estetica

Invia una foto all' e-mail robertolamonaca@gmail.com

Chirurgia Plastica Estetica

Dott. Roberto La Monaca su Facebook

PUOI FINANZIARE IL TUO INTERVENTO

PUOI FINANZIARE IL TUO INTERVENTO - Chirurgia Plastica Estetica

Puoi pagare l'intervento con comode rate mensili. Chiedi informazioni durante la prima visita